Se possiedi uno smartphone non puoi fare a meno di cuffie. Chiunque possiede uno smartphone. Chiunque dovrebbe possedere delle cuffie; eppure spesso si finisce con l’utilizzare quelle fornite con lo smartphone.

Poi ci sono i patiti dell’audio che sono disposti a spendere cifre improbabili per un paio di cuffie.

Chi come me ha bisogno “solo” di una soluzione affidabile per sentire un po’ di musica, podcast o parlare tende a restare assai confuso.

A partire dalla mia esperienza, vorrei presentarvi le Samsung Galaxy Buds, evuluzione delle Gear IconX.

Vorrei farlo rispondendo a questa domanda: vale la pena spendere un centinaio di euro per delle cuffie anche se non ho l’orecchio assoluto di Mozart?

La risposta semplice è si, per maggiori dettagli potete continuare leggere.

Nell’ultimo anno il mercato è stato invaso dalle cuffie “true wireless” alcune assai poco “true”, e, nella convinzione che spendere più di 20 euro per una cuffia fosse una azione immorale, ho voluto testare un prodotto economico come le Aimitek Q18 TWS: https://it.aliexpress.com/item/32908617116.html. Grande errore, se visivamente sono adeguate, utilizzarle entrambe potrebbe portare realmente all’epilessia dato che l’audio perde completamente la sincronizzazione tra l’orecchio sinistro ed il destro.

Dopo questo errore, ci ho voluto riprovare ed ho pensato di costruirmi delle cuffie, acquistando svariate componenti attraverso il magico Aliexpress, con una spesa di pochi euro e con l’acquisto dello stick Xiaomi: https://www.amazon.it/Xiaomi-nzb4005gl-Ricevitore-audio-Bluetooth/dp/B077QPWNZR. Peccato che mancasse il microfono; indossare le cuffie era poi più complesso di indossare uno scafandro.

È a questo punto della storia che ho notato le Samsung Galaxy Buds: https://www.amazon.it/Samsung-Auricolari-Wireless-Bluetooth-Versione/dp/B07P8VRMGX.

Non vi nascondo quando mi abbia disturbato cedere ad una spesa così importante, più di 100 euro per una cuffia ma sono stato convinto da diverse considerazioni:

  • Recensioni perlopiù positive anche per quel che concerne le conversazioni telefoniche;
  • Niente cavi che potessero rompersi;
  • Rassicurato dall’affidabilità del Bluetooth 5.0

Al primo impatto la resa è stata stupefacente per diversi motivi:

  • Audio adeguato, ripeto non sono Mozart;
  • Dimensioni del box contenute, possono essere ospitate tranquillamente nel taschino originariamente adibito all’orologio;
  • Durata delle batterie più che adeguata, 3 giorni con 1 ora abbondante di ascolto giornaliero.

Devo segnalare alcune piccole pecche:

  • È possibile si associare più dispositivi alle cuffie ma le cuffie funzionano con una associazione per volta
  • Il mic funziona bene ma negli ambienti rumorosi vi posso confermare che mi sarei aspettato di più dal sistema di soppressione del rumore così come era propagandato.

Sono ormai un po’ di mesi che le uso e nel complesso sono davvero soddisfatto, se avete qualche dubbio non esitate a chiedere nei commenti qui sotto

Leave a Reply